Sapevi che esistono scelte alimentari improntate ad una dieta eco-sostenibile?

L’impatto delle attività umane sull’ambiente in cui viviamo è sempre più intenso. Per fortuna però cresce anche l’attenzione verso questa problematica e la volontà individuale di compiere scelte improntate ad una maggior salvaguardia del nostro pianeta.

La nutrizionista ha risposto per noi alle vostre curiosità ed è sempre a disposizione per aiutarvi a trovare la perfetta routine alimentare per le vostre esigenze!

Quali sono i cibi che inquinano di più?

Senz’altro l’alimento che per arrivare sulle nostre tavole produce più inquinamento è la carne, soprattutto bovina, seguita dai latticini, frutta e verdura e infine dai cereali.

Tuttavia è sbagliato pensare che il consumo di frutta, verdura e cereali sia assolutamente “green”: per trasportare sulle nostre tavole frutta esotica e fuori stagione si producono quantità ingenti di CO2! Ma il vero nemico n°1 dell’ambiente è lo spreco alimentare, per cui bisognerebbe porre molta attenzione a non buttare via il cibo acquistato.

Quali sono gli elementi eco-friendly?

In linea generale la coltivazione di cereali e frutta e verdura (purché di stagione) inquina meno. I legumi sono un alimento decisamente “green”.

La vicinanza della sede di produzione è molto importante per evitare l’inquinamento prodotto dal trasporto.

Anche tra i vari tipi di cereali ci sono comunque delle differenze, ad esempio la coltivazione del riso ha un impatto decisamente elevato in termini di consumo di acqua.

Dieta eco-sostenibile e dieta sana sono sinonimi?

Non necessariamente una dieta eco-sostenibile è anche sana e viceversa. Bisogna conoscere bene le indicazioni alimentari per seguire una dieta che sia adatta alla nostra condizione di salute e quali alimenti favorire per seguire una dieta a basso impatto ambientale.

Solo in questo modo potremo conciliare le due cose: ottenere una dieta sana e bilanciata che sia anche eco-friendly.

Una scelta attenta degli alimenti può rendere eco-sostenibile anche la classica e salutare dieta mediterranea!

Ad esempio il consumo di pesce è senz’altro salutare e raccomandato in ogni regime alimentare, ma se la pesca avviene a strascico e sfruttando eccessivamente aree ittiche non compiamo un acquisto eco-sostenibile.

Allo stesso modo consumare troppo spesso alimenti come uova e latticini potrebbe essere controindicato per la propria salute, anche scegliendo di acquistarli sfusi e a km 0.

Presso A TE CLINICS Poliambulatorio puoi rivolgerti a nutrizionisti esperti per ottenere una dieta bilanciata e eco-sostenibile.

La dieta vegana è eco-sostenibile?

Se consideriamo che nell’alimentazione vegana non si consumano carne e latticini, ovvero gli alimenti più inquinanti, la dieta vegana è eco-sostenibile.

Tuttavia bisogna considerare che molti alimenti consentiti dal regime alimentare vegano come il seitan sono di origine industriale e la loro produzione richiede il consumo di molta energia elettrica ed acqua.

Un altro esempio è che l’impennata della richiesta di quinoa e di olio di palma del mercato occidentale ha portato ad un impoverimento e sfruttamento eccessivo dell’ambiente nei paesi produttori di queste materie prime.

Le regole per un’alimentazione a basso impatto ambientale.

Le regole per una dieta a basso impatto ambientale sono semplici:

  • Ridurre il consumo di carne, soprattutto se lavorata (salumi, carne in scatola).
  • Aumentare il consumo di proteine di origine vegetale (legumi).
  • Scegliere prodotti da agricoltura e allevamento biologici (che non utilizzano pesticidi e antibiotici)
  • Scegliere prodotti di stagione e a km 0.
  • Comprare prodotti sfusi o con packaging bio-degradabile.
  • Evitare gli sprechi!

Vuoi che una nutrizionista compili per te una dieta su misura per le tue esigenze?