La nostra Dott.ssa Laura Mariani, medico specializzato in nutrizione, ci spiega perché è necessario porre un’attenzione particolare nella dieta dei bambini e, soprattutto, nell’educazione alimentare, affinché i nostri figli e nipoti imparino a scegliere da soli ciò che è meglio per la loro salute.

Come faccio a capire se mio figlio è in sovrappeso?

Se si ha il dubbio che un bambino possa essere in sovrappeso è bene rivolgersi quanto prima al pediatra di fiducia, che saprà dirvi esattamente se lo sviluppo del bambino è da considerarsi nella norma o se invece è consigliabile una visita specialistica dal nutrizionista che possa fornire al bambino ed alla famiglia gli strumenti fondamentali per tornare e mantenersi in salute. È importante non rimandare né procrastinare: un lieve sovrappeso può essere corretto abbastanza facilmente, ma può anche trasformarsi altrettanto facilmente in obesità infantile.

Come insegno a mio figlio a mangiare bene?

Il primo passo per insegnare ad un bambino a mangiare bene è dare il buon esempio! Molto spesso un bambino che mangia male ha genitori che mangiano male.

I bambini non preparano da soli i propri pasti, ma possono essere coinvolti dai genitori per capire quali alimenti siano fondamentali per la loro salute e quali invece dannosi: l’educazione alimentare, fornita in questo modo, darà loro le risorse per prendersi cura di loro stessi anche da adulti.

Anche delegare troppo ai bambini la scelta di cosa mangiare può essere un errore, soprattutto se in casa si è abituati ad avere alimenti che dovrebbero essere consumati con moderazione (come ad esempio merendine, snack e bibite zuccherate).

corretta alimentazione per la dieta dei bambini

A quali rischi va incontro un bambino in sovrappeso?

In questo momento in Italia il 20,4% dei bambini è in sovrappeso; tra questi il 9,4% è da considerarsi obeso e il 2,4% gravemente obeso. Le conseguenze dell’obesità infantile sono estremamente serie.

I bambini obesi:

  • Hanno un’elevata probabilità di sviluppare malattie cardiovascolari e metaboliche in età adulta (arteriosclerosi, ipertensione e diabete)

  • Sono più a rischio di sviluppare un tumore, essendo l’alimentazione una concausa del 30% dei tumori.

  • Soffrono maggiormente di asma.

  • Hanno un incidenza aumentata di disturbi ad alto impatto sociale, come ansia e depressione.

Un bambino in sovrappeso non aiutato a compiere scelte salutari nella sua alimentazione è quasi sempre destinato a diventare un adulto in sovrappeso, ma fortunatamente i disturbi sopra elencati sono facilmente prevenibili se il bambino corregge le sue abitudini e riesce a raggiungere un peso corretto.

Il nutrizionista può aiutarti a mangiare in modo sano con una semplice visita!

Consigli per un alimentazione corretta nei bambini

Le regole generali per una dieta sana nel bambino non sono molto diverse da quelle riservate agli adulti. Ecco i principi fondamentali per consentire ad un bambino di prendersi cura di se stesso mangiando correttamente:

  1. È essenziale consumare ad ogni pasto verdura e frutta, sia cotta che cruda. Il modo migliore per abituarli a farlo è variare spesso pietanza e offrire loro gli stessi piatti destinati agli adulti.

  2. Consumare carboidrati complessi (come orzo, avena, farro…): è un’abitudine che purtroppo si tende a perdere dopo lo svezzamento.

  3. Gli zuccheri andrebbero limitati al massimo. È possibile concedere dei dolci ogni tanto, naturalmente, ma sarebbe preferibile che torte, biscotti, ecc… fossero fatti in casa.

  4. Non bisogna eccedere nelle proteine: dovrebbero provenire preferibilmente da legumi, pesce e carne bianca.

  5. I grassi consentiti sono i grassi vegetali, come l’olio extra-vergine di oliva, e gli omega-3 contenuti nel pesce. Bisogna comunque avere di cura di non eccedere nelle dosi di grassi e scegliere cotture che richiedano troppo condimento, come la frittura.

  6. L’unica bevanda salutare è l’acqua. I succhi di frutta contengono spesso molti zuccheri e andrebbero consumati solo saltuariamente. Le bibite dolci gassate andrebbero evitate.

Per avere un consulto nutrizionale personalizzato, per te o per i tuoi bambini, clicca qui sotto!