L’artrosi è tra le più comuni cause di dolori nelle donne in età post-menopausale e negli uomini a partire dai 40-45 anni. Il fatto che una patologia sia molto diffusa, però, non vuol dire che ci si debba rassegnare a conviverci.

Prenota subito una visita specialistica presso ATE Clinics Poliambulatorio Beinasco.

* Un medico nutrizionista può aiutarti a trovare l’alimentazione adeguata per la tua situazione e la tua patologia: non sottovalutare l’importanza di una dieta bilanciata!

Artrosi: cos'è e quali sono i sintomi

L’artrosi (o osteoartrosi) è un’”artropatia”, ovvero una patologia a carico delle articolazioni, in questo caso cronica. Si tratta di una malattia degenerativa che porta ad un progressivo consumarsi delle cartilagini articolari, provocando dolore e rigidità. Le artrosi possono colpire tutte le articolazioni; le più comuni sono la coxartrosi (artrosi dell’anca), la gonartrosi (artrosi del ginocchio), le artrosi alle mani e l’artrosi cervicale.

Il dolore è il sintomo principale che caratterizza l’artrosi, anche se l’insorgenza è normalmente graduale (più localizzata all’inizio e più diffusa nelle fasi avanzate della malattia).

Altri sintomi dell’artrosi possono essere:

  • Deformità e lussazioni (soprattutto a carico delle dita)

  • Formicolii e intorpidimento (sia per artrosi della colonna vertebrale che per le dita)

  • Rigidità nei movimenti

  • Tumefazioni o asimmetrie rispetto all’articolazione controlaterale

  • Stanchezza e, a volte, febbre.

A chi devo rivolgermi se soffro di artrosi?

Il medico specialista che si occupa di artrosi è il reumatologo. Le malattie reumatiche come l’artrosi sono numerose e diversificate, perciò per la diagnosi di artrosi è necessario sottoporsi ad accertamenti diagnostici semplici, come radiografie e esami del sangue, e/o più approfonditi se necessari come l’artrocentesi.

Il trattamento della patologia può avvalersi della competenza di altri medici specialisti, come l’ortopedico ed il fisiatra.

Prenota una visita ortopedica in tempi brevissimi.

Artrite o artrosi?

L’artrite è una malattia reumatica esattamente come l’artrosi ed entrambe le patologie sono caratterizzate da dolore, rigidità articolare e limitazioni nei movimenti; per questo possono facilmente essere confuse tra loro.

In realtà si tratta di patologie ben differenti: l’artrite è una patologia infiammatoria di origine autoimmune che può colpire persone di tutte le età, mentre l’artrosi non ha una natura infiammatoria e insorge generalmente dopo i 50 anni, essendo una malattia connessa con l’usura delle articolazioni.

Vista la natura diversa delle due patologie, artrite e artrosi necessitano di differenti terapie.

dolore alle mani causato dall'artrosi

Artrosi: cure e rimedi

Una cura definitiva per l’artrosi non esiste, ma l’unione di più approcci terapeutici è utile per ridurre la sintomatologia e arrestarne la progressione.

I farmaci più utilizzati per la terapia sintomatica dell’artrosi sono:

  • Antinfiammatori

  • Analgesici

  • Corticosteroidi e oppioidi (necessitano di ricetta medica)

  • Terapia infiltrativa con acido ialuronico

Un’adeguata attività fisica porta benefici sia nella prevenzione che nella cura dell’artrosi: lo sport più consigliato è il nuoto, e in generale, tutte le attività da svolgere in acqua, poiché riducono il carico sulle articolazioni.

La fisioterapia può aiutare, grazie all’ausilio di esercizi mirati, a rinforzare le articolazioni e mantenere un buon grado di autonomia.

Altri rimedi coadiuvanti nel trattamento dell’artrosi possono essere l’agopuntura e seguire una dieta bilanciata e ricca di antiossidanti e omega-3.*

L’ultimo step di trattamento per l’artrosi è l’intervento chirurgico ortopedico: grazie alla chirurgia è possibile ricostruire la superficie articolare o sostituire l’articolazione con una protesi artificiale.

Data la natura progressivamente invalidante dell’artrosi è importante agire al più presto per combattere lo sviluppo della patologia!

* Un medico nutrizionista può aiutarti a trovare l’alimentazione adeguata per la tua situazione e la tua patologia: non sottovalutare l’importanza di una dieta bilanciata!